Dicono di noi

FILOMENA BETRO' - I.C. Poggiali Spizzichino-Roma - FESTIVAL DELLA SCIENZA IN CLASSE - Classi primarie
"In un'atmosfera giocosa e ricca di strumenti curiosi, gli scienziati di Quinte e Scienze ci hanno svelato con semplicità i segreti di un mondo impalpabile come la luce, il magnetismo, l’acustica,il freddo e il calore, hanno analizzato le nostre origini e i cambiamenti, con il relativo impatto sull'ambiente, stimolando l’immaginazione e la curiosità dei nostri giovani apprendisti! La III B "


SILVIA MELONI
– Liceo Scientifico Jucci (Rieti) – FULMINI DI ZEUS
“Ho visto lo spettacolo con due classi prime di Liceo scientifico, che ne  hanno davvero apprezzato il ritmo, il coinvolgimento e la capacità di far riflettere sul doppio approccio ai fenomeni della natura. Scienziati ed attori bravi e comunicativi, sicuramente un'esperienza positiva. Grazie anche a nome della mia collega di Lettere e dei colleghi di discipline scientifiche a cui i ragazzi hanno riferito quanto visto.”
 
ROMILDA MARIOTTI – ISTITUTO ASISUM (ROMA) – FESTIVAL DELLA SCIENZA IN CLASSE
"Il 9 gennaio 2018, presso l'Istituto Asisium, si è svolto il Festival della Scienza. Hanno partecipato tutte le classi della scuola secondaria di primo grado e del Liceo scientifico. I ricercatori hanno coinvolto tutti gli studenti spiegando i concetti in maniera adeguata all'età degi presenti nel laboratorio. A tutti gli studenti è piaciuto molto vivere la scienza in modo divertente e dinamico. Ottima l'organizzazione. Rifaremo l'esperienza anche il prossimo anno scolastico.

ANNARITA LEONE
– I.I.S. PERTINI DI ALATRI – Il meraviglioso mondo della Chimica
“Abbiamo ospitato il “Festival della Scienza” nella nostra scuola, il chimico di Alatri, per due anni di seguito,con l’intenzione di far appassionare i giovani studenti del territorio alle scienza e alle scienze. La scelta è stata vincente, le aspettative più che soddisfatte. Si è trattato di momenti importanti che hanno coniugato divulgazione scientifica e spettacolo, passione, divertimento. In entrambe le occasioni i giovani partecipanti hanno imparato concetti fondamentali di chimica senza fatica, attraverso entusiasmanti esperimenti che non dimenticheranno. Sono stati pomeriggi in cui la scienza ha coinvolto e appassionato i tanti ragazzi che sono intervenuti.
La scienza è diventata un gioco divertente, una “lezione molto speciale”. Sono stati spettacoli scientifici durante i quali gli studenti sono stati coinvolti in esperimenti stupefacenti: nell’arco di due ore i giovani spettatori hanno viaggiato nel meraviglioso mondo della chimica tra l’osservazione del passaggio degli elettroni e la costruzione della pila di Daniell, tra la creazione del nylon e la cristallizzazione di un fiore. Non solo divertimento quindi, ma anche sapere scientifico per produrre idrogeno e ossigeno dalla scissione
dell’acqua con la macchina di Hofmann, per verificare la densità dei corpi con una meravigliosa bilancia di Galileo, per misurarsi con il grande freddo dell’azoto liquido. Non è stato solo gioco. La specialissima lezione promuove l’insegnamento di contenuti scientifici compresi nei programmi scolastici attraverso l’applicazione di tecniche teatrali che stimolano la curiosità e l’interesse degli allievi. L’intreccio dell’approccio sperimentale, interattivo e cooperativo, con tecniche di spettacolarizzazione di tematiche ad alto contenuto scientifico, educa gli studenti al ragionamento e favorisce l’apprendimento. Il Festival è stato un esempio di didattica attiva, un viaggio nella “Scienza che muove il mondo, un’esperienza da ripetere.”